Home > Cinema > “Giornata VisiOnAria” – Il cinema italiano: “Elio Petri, Luigi Zampa”

“Giornata VisiOnAria” – Il cinema italiano: “Elio Petri, Luigi Zampa”

 

 

Due registi  dimenticati in fretta che hanno prodotto opere capaci di approfondire con delicatezza temi importantissimi. Nel «Maestro di Vigevano» del 1963 di Elio Petri (con un grande Alberto Sordi) viene fatta risaltare la vita di provincia, in particolare quella del nord, in cui ci sono già i primi segni di una industrializzazione tanto sognata e di speranze deluse. In «Anni ruggenti» del 1962 di Luigi Zampa (con un altrettanto grandioso Nino Manfredi) si affronta il periodo fascista in Italia con tutte le sue sfaccettature surreali.

 

 

 Leggi la scheda dei film

 

Tag:
  1. Luigi
    19 Settembre 2015 a 19:33 | #1

    L’ospitalità di Rossella e Marcello, ci ha consentito di trascorrere una piena giornata di cinema nello stile visionario ormai consolidato. Nell’occasione due film di due registi italiani pungenti, ironici, appassionati e capaci di raccontare gli italiani, l’Italia e le mille sfaccettature della nostra storia. Attori eccezionali e sceneggiatori magistrali (oltre ai registi, Scola, Maccari, Age, Scarpelli).
    Così si passa da uno Zampa ironico e perspicace ad un Petri più deciso e graffiante.
    Un piacere rivedere questi film insieme.

  2. Maurizio
    21 Settembre 2015 a 8:02 | #2

    Dopo cinque anni di assenza, rieccomi qua.
    Sollecitato dal buon Luigi, ho pensato che sì, era un’altra di quelle occasioni da non perdere per cercare di uscire dallo stato di relativa “semi-clausura”nel quale mi ero rinchiuso per una serie di vicende personali che poco interessano in questa sede.
    Mi sono ritrovato a trascorrere, come se il tempo non fosse passato, un piacevole sabato in compagnia di due film che non avevo visto e che ho apprezzato, ma soprattutto di persone che amano il cinema, la convivialità, lo stare insieme.
    Grazie a Rossella e a Marcello per la loro ospitalità, e grazie a Luigi, che ha colto l’attimo propizio per invitarmi a far parte nuovamente dei “visionari”.
    A presto.
    Maurizio

Codice di sicurezza: