Home > Cinema > XI° Lanuvio Day

XI° Lanuvio Day

La commedia del cinema. Leggerezza e raffinatezza.

  1. Rumori fuori scena  (di Peter Bogdanovich, Usa 1992)
  2. Victor Victoria (di Blake Edwars, Usa 1982)
  3. Vogliamo vivere (di Ernst Lubitsch, Usa 1942)

 

 

 

Tag:
  1. Tano
    24 Marzo 2013 a 6:12 | #1

    Ieri sera mi hanno messo a letto mia moglie e mio figlio. Ero rigido e refrattario come un tonno pescato da diversi giorni e scaricato dalla barca legato per la coda. Resuscitato (si può, donne ed uomini di poca fede, si può!) mi precipito al NB per scrivere il mio Evviva per “XI Lanuvio Day” ed il mio grazie a tutti quelli che lo hanno reso possibile: prima di tutti ad Antonietta, cuginona mia bella, al Ruino (Rustico mio cugino), al Venerabile, che ieri ha sfiorato il record campano di mozzarelle divorate in una sola session; a tutti gli amici visionari, che anche con la sola presenza hanno permesso una giornata inarrivabile di amicizia e di amore per il cinema. Il quale, ieri, ha avuto un tributo inarrivabile con la celebrazione dei tre film, capolavori assoluti di quest’arte che ci permette di tenerci sempre collegati con i milioni di mondi possibili e ci da speranza e sollievo.
    Grazie a tutti e vi voglio bene.

  2. Luigi
    24 Marzo 2013 a 8:37 | #2

    La condizione ideale di una visione. Il sogno di ogni film. Avere un pubblico predisposto, comodamente seduto, empaticamente presente nel godere immagini e storie che fanno diventare speciale una giornata come quella di ieri.
    Cinema e amicizia. Approfondimento e condivisione. Mozzarelle condite alla Bogdanovich, pane morbido come la regia di Edwards, vino provocatore come lo spirito di Lubitsch.
    La quadratura del cerchio, come gli incastri perfetti dei tre film. Tutte le battute al posto giusto, nel momento giusto. Una sapiente regia che mantiene la leggerezza sotto l’ombra della massima specializzazione tecnica.
    Il grande cinema in uno splendido casale dei castelli romani.
    Di meglio non potrebbe esserci.

  3. Pino
    24 Marzo 2013 a 9:50 | #3

    Vi ho ritrovato amici miei, più buoni, più affettuosi di sempre. Forse come il vino più maturi, più partecipi, più reattivi. Credo che Gianni abbia centrato il problema, venendo a passare il suo compleanno a Lanuvio: in una società sempre più fredda, più complicata e più respingente abbiamo bisogno di sentirci in una calda cuccia fatta di piccoli cuccioli come siamo noi umani, in attesa di ricevere il nostro latte, che poi sono i film. E se i film sono come quelli centratissimi di ieri, il latte é ancora più dolce e ci crogioliamo in uno stato di benessere diffuso. Grazie a tutti,prima di tutti ai nostri ospiti, per la gradevolissima giornata.

Codice di sicurezza: