Home > Cinema > Visioni – Il mio film!!!

Visioni – Il mio film!!!

il mio filmQual’è il tuo film preferito? Dietro questa domanda semplice c’è un mondo fatto di sensibilità e curiosità, di gioco e vita. Nello spirito visionario di condividere la nostra passione per il cinema, abbiamo deciso di riunire in una sola serata le sequenze tratte dai film che ci piacciono di più. Un’unica visione per condividere, proporre e ritrovarsi.

Tag:
  1. Lorenza
    13 Gennaio 2011 a 19:09 | #1

    Immaginando l’incontro di ieri sera mi chiedevo come sarebbe andata e cosa sarebbe successo. Sono rimasta sorpresa. Molto. Ho provato un’ emozione particolare che mi porto dentro. Quando Luigi mi ha chiesto di assisterlo nella presentazione, gli ho detto che avrei fatto tante domande. Magari qualcuna anche scomoda. Andiamo a sfrugugliare un pò, ho proposto. Invece ieri seduta dall’altra parte del tavolo guardavo i volti di chi parlava, l’emozione più o meno manifesta. E non avevo voglia di chiedere nulla perché le domande avrebbero solo rovinato l’incantesimo. I piccoli istanti di gioia. Scelte sorprendenti talvolta, altre no. Sorprendenti sempre le motivazioni che aggiungevano qualcosa di speciale alla visione di ogni spezzone. E permettevano di guardarlo con l’emozione ed il piacere di chi l’aveva proposto. Emozioni di bambini, adolescenti o adulti. Era come vedere le conseguenze di un film, tutto ciò che viene dopo una visione, le immagini che rimangono dentro una persona e crescono, si trasformano e lasciano il segno anche negli anni. E tanto altro che forse mi si chiarirà meglio in seguito.

  2. Luigi
    14 Gennaio 2011 a 7:40 | #2

    Devo confessare anch’io una specie di coinvolgimento emotivo, che, come immaginavo, va al di là del cinema in quanto tale. Già in fase di preparazione dei filmati che mi arrivavano di volta in volta si andava componendo un puzzle i cui pezzi, pur essendo diversi, si incastravano perfettamente in un’immagine nuova, diversa intrisa di cinema e vita, passione e sentimento, speranze e nostalgie.
    Le “dichiarazioni” fatte durante la serata hanno poi dato un’intensità inattesa alle immagini aprendo mondi paralleli e da tempo nascosti. Il cinema, in qualche modo, come è giusto che faccia, è uscito fuori dallo schermo e allo stesso tempo i film, rientrandoci, acquisivano un messaggio più chiaro grazie alle parole di chi lo ha amato nel tempo.
    Era come sfogliare un libro da parte di chi credeva di conoscere tutte le storie e trovarne sempre una nuova da scoprire assolutamente.
    In fondo, alla fine, grazie al cinema, ognuno ha parlato di sè, con uno specchio di fronte che rifletteva le immagini che tanto ci assomigliano.

  3. Cinzia
    14 Gennaio 2011 a 11:23 | #3

    Bello e interessante – forse un filo surreale – il film visto al cineforum di Visioni, nel primo appuntamento del 2011.

    Eccone la trama: in una giornata particolare del 2001, accade un’odissea nello spazio, perché una palombella rossa volò sul nido del cuculo, trovando però solo fragole e sangue.
    Poco distante, due nella strada, la fiammiferaia e la regina delle nevi – appena liberate dal Generale della Rovere – fecero un incontro davvero shining, un family man e un dead man.

    Il primo, più genio ribelle, indicandone una, suggerì: “Parla con lei, potremmo poi andare insieme al Nuovo cinema paradiso”, ma l’altro preferì inseguire il fantasma della libertà.
    Un film più “visionario” di questo, onestamente, l’avete mai visto?

  4. Letizia
    14 Gennaio 2011 a 20:47 | #4

    Devo dire che il risultato di questa serata ha superato le mie aspettative. Ho avuto l’impressione di cominciare a conoscere le persone di questo cineforum attraverso la presentazione di film già noti e altri che non conoscevo e da cui sono stata contagiata. Nonostante la mia passione per il cinema non riesco a vedere un film a freddo: deve esserci una spinta emotiva, una curiosità che mi porta a vederlo, ne più nè meno di quanto mi succede per i libri. E l’altra sera si è accesa la mia curiosità per diversi film proposti e per quelli che già conoscevo ho potuto apprezzare scene che non avrei saputo ricordare. Ma soprattutto mi ha colpito il tono appassionato con cui ognuno ha presentato il proprio film: è stato questo il collante della serata, ed è stato questo, oltre ovviamente alla bellezza dei film, che l’ha resa così speciale, così ricca.
    Da rifare molto presto.

Codice di sicurezza: